Let's talk!

Brainpull stories

Article marketing

5 motivi per ingaggiare un Temporary Manager in azienda

25 marzo 2024

Chi è il temporary manager, cosa fa e in cosa differisce da un consulente? Perché affidarsi a un'agenzia o a una società di temporary management? Leggi l'articolo.

Leggi l'articolo

In un panorama in costante evoluzione come quello in cui viviamo, la figura del temporary manager (manager a tempo) sta emergendo come una delle professioni più innovative sul mercato. La ricerca sempre più frequente di tale figura si contestualizza in uno scenario imprenditoriale italiano fortemente caratterizzato dalla presenza di aziende di piccole e medie dimensioni, che spesso necessitano di competenze manageriali trasversali di alta qualità a fronte di una limitata disponibilità di budget, risorse e conoscenze interne.La rapida acquisizione di competenze strategiche, tecnologiche e operative avanzate risulta, dunque, fondamentale per le imprese che vogliono mantenere un vantaggio competitivo sostenibile nel tempo e migliorare le proprie capacità di gestione. La soluzione a queste esigenze è offerta proprio dal temporary management.Se stai cercando una società o un’agenzia di temporary management cui affidare un preciso ambito di responsabilità aziendale e che sia in grado di guidare la tua impresa dal punto di vista dirigenziale, strategico e operativo, Brainpull rappresenta la soluzione ideale per te.Seguendo un modello d’azione innovativo, i nostri marketing temporary manager affiancano ogni tipo di impresa con un approccio agile e snello, mettendo a disposizione la propria attitudine manageriale per raggiungere gli obiettivi chiave prefissati.RICHIEDI INFORMAZIONI SUL SERVIZIO DI TEMPORARY MANAGEMENTLascia che ti raccontiamo cos’è un temporary manager e il nostro approccio al temporary marketing management.Chi è il Temporary Manager?Il temporary manager si presenta come un vero e proprio alter ego del manager, dal momento che acquisisce gli strumenti di ordinaria amministrazione dell’azienda da cui è ingaggiato e gode di pieni poteri per gestire le risorse, cercando di garantire dei risultati ottimali.Il Temporary Manager, anche conosciuto come fractional manager, manager temporaneo o interim manager, è un professionista con esperienza e competenze avanzate cui viene assegnato l’incarico di gestire particolari aspetti di un'impresa, di un ramo d'azienda o di un business, per un determinato periodo di tempo.Il manager ad interim è un consulente esperto con risultati sul campo comprovati, cui l'imprenditore affida un preciso ambito di responsabilità, con annessi obiettivi e risultati chiave da raggiungere (OKR). In linea generale, uno dei suoi scopi primari è quello di orientare efficacemente sul mercato la società di cui fa temporaneamente parte, mettendo in campo una strategia di crescita agile, sostenibile e realmente perseguibile rivolta alla risoluzione delle criticità in questione e al raggiungimento della solidità finanziaria aziendale.Generalmente, l’intervallo di tempo in cui questi è chiamato a operare non scende mai sotto i 6 mesi, periodo minimo per garantire risultati soddisfacenti, e può arrivare fino ai 18-36 mesi.T-manager in azione!Questa figura rappresenta una terza via nella gestione aziendale, in cui il manager in affitto si pone come una soluzione intermedia tra la dirigenza e la consulenza marketing tradizionali. Ma in cosa differisce un temporary manager da un classico consulente?Differenza tra temporary manager e consulenteLe differenze tra un consulente e un temporary manager sono prevalentemente collegate al grado di indipendenza decisionale. Anche Il temporary manager si distingue per la sua marcata attitudine manageriale e per il profilo psicoattitudinale fortemente orientato a esercitare un ruolo di leadership presso l’azienda ospitante.A differenza del consulente di marketing, che esaurisce la sua attività nel momento in cui esprime il suo supporto e i suoi consigli, senza assumersi la responsabilità diretta delle decisioni finali, il fractal manager si inserisce attivamente nelle dinamiche aziendali, assumendosi la piena responsabilità delle scelte effettuate. È a lui che spetta l’ownership integrale del processo di problem solving.Caratteristica del temporary manager è, di conseguenza, l’assunzione di incarichi che prevedono una responsabilità diretta e ben circoscritta, legata a criticità e sfide complesse cui è chiamato a far fronte ideando soluzioni strutturate (tattico-operative) e non strutturate (strategiche), abbinate a una gestione attiva e intraprendente.Il potere decisionale, l’elevata responsabilizzazione e il livello di indipendenza nel prendere le scelte collocano il temporary manager in una posizione gerarchica superiore a quella del classico consulente: a seconda delle soluzioni individuate egli svolge vere e proprie funzioni di high e middle management.Differenza tra temporary manager e consulenteUn’ulteriore differenza tra temporary manager e consulente marketing riguarda il raggiungimento in prima persona, da parte del primo, degli obiettivi chiave di risultato: questi devono essere ben definiti e misurabili. Infine, altrettanto significativa è la compatibilità ai valori aziendali richiesta al T-Man, che descrive una collaborazione basata sulla fiducia e l'importanza di integrarsi pienamente nella cultura organizzativa ospitante, abbracciandone la mission, la vision e le prospettive.Il prestigio professionale di un temporary manager è inevitabilmente legato ai risultati ottenuti in altre esperienze manageriali. Un consulente lega il proprio prestigio ai clienti con cui ha l’opportunità di lavorare. I risultati di un progetto manageriale hanno una rilevanza maggiore e un significato più profondo, in quanto le scelte che hanno condotto a determinati risultati sono responsabilità del manager. Non si può dire lo stesso per un consulente, che al più può influenzare una scelta.Domingo Iudice, Marketing Director in BrainpullLa figura del temporary manager è inquadrata in un contesto imprenditoriale ben definito e risponde a specifiche esigenze organizzative di aziende e di piccole e medie organizzazioni. Vediamo quali sono.Temporary Management: il marketing flessibile e sostenibileIl concetto di Temporary Management nasce in Inghilterra nei primi anni del 1800, anche come sinonimo delle espressioni Fractional Management o Interim Management, per poi diffondersi in Italia dal 1980 ai giorni nostri. Per comprendere al meglio le motivazioni per cui il fractional manager è oggi una figura così moderna, è certamente utile approfondire il significato di temporary management, citando la definizione più accreditata nel settore:Il Temporary Management consiste nell’affidamento della gestione di un’impresa, o di una sua parte, a manager altamente qualificati e motivati, al fine di garantire continuità all’organizzazione, accrescendone le competenze manageriali esistenti e risolvendone al contempo alcuni momenti critici, sia negativi che positivi.Maurizio Quarta in “Soluzione Temporary Management”Nuove tecnologie da studiare e utilizzare, nuovi valori sociali, nuovi contesti globali e geopolitici cui adattarsi: il mercato in cui le imprese operano oggi è soggetto a continui mutamenti ed espone a livelli di concorrenza sempre più elevati.In questo contesto è più facile inquadrare la figura professionale del temporary manager. Se da un lato la sofisticazione dei modelli tradizionali di lavoro ha incentivato le persone a gestire meglio il proprio tempo, dall’altro le nuove scoperte tecnologiche hanno creato nuove forme di collaborazione, rendendo possibile la condivisione delle conoscenze anche a migliaia di chilometri di distanza.Allo stesso modo le innovazioni scientifiche in termini di infrastrutture fisiche e virtuali hanno dato vita a un vero e proprio mercato globale, in cui aziende e consumatori desiderano sempre più accedere a diversi beni e servizi, a prescindere dalla loro distanza e posizione geografica.In virtù di quanto abbiamo appena detto, le prerogative di una piccola e media impresa che intende creare valore ed emergere nella complessità devono essere flessibilità, agilità, rapidità e aggiornamento continuo.Temporary management e fractional managementIl primo ostacolo per le aziende che vogliono restare virtuose è rappresentato dal fatto che non tutti gli imprenditori, specialmente nel mondo delle PMI e delle piccole organizzazioni, hanno tempo, disponibilità o risorse da investire in una formazione continua e in nuove competenze. Di conseguenza, questo comporta importanti sacrifici nella scelta degli asset e delle priorità strategiche su cui basare il proprio vantaggio competitivo.Il Fractional Management si pone come la declinazione del Temporary Management che risponde alla domanda di organizzazioni molto piccole (con meno di 5 milioni di fatturato), prive di un management strutturato, di ingaggiare una guida strategica e operativa flessibile per alcune funzioni aziendali, mantenendo sostenibili i tempi e i costi di gestione.Le gerarchie, i confini organizzativi e le rigide metriche di efficienza tipiche dell’organigramma di un’impresa che opera su scala rallentano le decisioni e limitano le innovazioni locali sul mercato. Per questo motivo nasce una fractal company:Fractal companies build their organizational design to promote faster decision making. They do this by redistributing the power to make decisions, and allocating resources, to customer-facing leaders stationed far from the center.The Organization of the Future Is Fractal, BCGL'azienda frattale, dunque, è tale quando riesce a strutturarsi in modo anti-gerarchico e decentralizzato, e quando ruoli e responsabilità sono gestiti in modo fluido e flessibile. Questo approccio consente di massimizzare il numero di interazioni verso i confini gerarchici, di stimolare un maggior numero di idee fuori dagli schemi e di prendere decisioni più rapidamente, acquisendo così una maggiore reattività sul mercato.Affidarsi a un fractional manager di Brainpull significa poter disporre di competenze manageriali avanzate in maniera efficiente, così da potere rendere la propria attività di marketing agile e flessibile nel tempo, strizzando l’occhio alla sostenibilità economica aziendale.Temporary manager e adeguato assetto aziendaleParlare di sostenibilità d’impresa e temporary management significa contestualizzare tale disciplina anche all’interno delle dinamiche che vedono un buon manager continuamente coinvolto nella ricerca dell’adeguato assetto aziendale.L'adeguato assetto si riferisce generalmente alla struttura organizzativa, alla distribuzione delle risorse e all'allineamento dei processi aziendali per raggiungere gli obiettivi in modo efficiente ed efficace. In questa chiave di lettura, il temporary manager assume delle funzionalità specifiche legate alla gestione e alla riorganizzazione temporanea delle risorse dell’azienda da cui è chiamato. Questo professionista, si frattalizza per operare part-time su diversi clienti, nello stesso periodo di tempo, e affrontare con responsabilità situazioni critiche, nuove sfide o periodi di cambiamento, con un approccio manageriale.È, dunque, facilmente comprensibile come la figura del T-manager sia diventata sempre più cruciale per portare avanti con efficacia progetti complessi e rispondere tempestivamente a delle criticità economiche e gestionali. Ma cosa fa un temporary manager e quali sono le sue principali mansioni?Temporary Manager: cosa faIl manager con incarico a tempo determinato è in grado di integrarsi rapidamente nell'organizzazione cliente, portando con sé competenze specializzate, un vasto bagaglio di esperienze e una prospettiva esterna che gli consente di ideare soluzioni innovative e efficaci. Nel dettaglio, qual è il suo ruolo?Innanzitutto, il temporary manager effettua un’analisi approfondita della situazione, identificando i problemi, le opportunità e gli obiettivi da raggiungere nel periodo di gestione temporanea d’impresa. Successivamente, si impegna nella definizione di una strategia aziendale condivisa, lavorando a stretto contatto con i vertici per comprendere le sfide e le opportunità presenti. Una volta identificati gli obiettivi e compreso come conseguirli, il T-manager si occupa di monitorare attentamente l'applicazione della strategia stessa, intervenendo prontamente per assicurare il raggiungimento degli scopi prefissati.Questo professionista esperto è in grado di ridurre al minimo le tempistiche necessarie per implementare cambiamenti e miglioramenti, garantendo una risposta rapida alle esigenze mutevoli dell'impresa. Non si limita solo alla fase di progettazione e pianificazione, ma si impegna attivamente nell'attuazione di interventi operativi, facendosi carico di perseguire gli obiettivi concordati. Ecco ricapitolate alcune delle sue principali mansioni:analizza la situazione aziendale;definisce il vantaggio competitivo e gli obiettivi;presidia le situazioni originate da una successione aziendale o da eventuali crisi aziendali;orienta e riorganizza i processi aziendali di cambiamento strategico e organizzativo;alloca le risorse;garantisce l’efficace gestione di una fusione aziendale;coordina il lancio di nuovi servizi, attività o prodotti sul mercato esistente e su nuovi mercati.La caratterstica di un dirigente o executive manager a tempo, che lo differenzia da un classico consulente, risiede nell'eccezionale grado di professionalità acquisito durante precedenti esperienze in ruoli dirigenziali apicali.Se a tali conoscenze si aggiungono uno spiccato livello di flessibilità, meticolosità ed efficienza, inizia a essere abbastanza chiaro perché i vantaggi di affidare la gestione strategica di un’impresa a un temporary manager siano così numerosi. Conosciamoli tutti!Perché ingaggiare un Brainpull Temporary ManagerUn temporary marketing manager offre alle aziende una serie di vantaggi economici, strategici e operativi. Se ti stai chiedendo dove e come selezionare il temporary manager giusto, ecco i principali 5 motivi per rivolgerti alla nostra agenzia Brainpull.Lavoriamo con imprese con cui individuiamo un’univocità di intenti, compatibili con i nostri valori aziendali e la nostra cultura d’impresa. Ecco tutti i vantaggi del nostro servizio.Vantaggi di un temporary manager per le aziende1. Risparmio sui costi di gestione aziendaliIngaggiare un fractional manager temporaneo offre un'elevata flessibilità in termini di costi. Le aziende possono assumere temporary manager solo quando è necessario, evitando così di mantenere un personale permanente a tempo pieno, con i relativi costi associati come stipendi, benefici e altri oneri. Se consideriamo anche che l'assunzione di personale permanente può comportare rischi, come la possibilità che le competenze richieste possano cambiare nel tempo, grazie ai manager temporanei le aziende possono valutare le risorse in modo più mirato e mitigare i rischi associati alle assunzioni a lungo termine.2. Attività di marketing agile e flessibileL’attività di temporary marketing management in Brainpull permette alle imprese di bilanciare nel tempo le competenze necessarie e offre loro l’opportunità di acquisirle nel momento più consono, con una formazione costante che rispetta il budget e gli eventuali mutamenti economico-tecnologici nel mercato in cui si opera.I nostri manager ad interim si approcciano alle imprese in modo dinamico, garantendo un supporto strategico continuativo e flessibile nel tempo che consente di reagire rapidamente alle mutevoli condizioni di mercato, senza i ritardi associati al processo di assunzione tradizionale. La tempestiva gestione del cambiamento è, così, garantita.3. Acquisizione rapida di competenze chiaveLa rapidità nel reperire figure manageriali con elevata esperienza nella gestione di un progetto è cruciale per le imprese che mirano a ottenere ottimi risultati, ottimizzando costi e tempi. L'acquisizione di competenze specifiche in azienda attraverso l'impiego di un temporary manager rappresenta dunque la soluzione più smart per rispondere a questa esigenza. La tempestività con cui gli esperti professionisti che compongono il nostro team si integrano nel contesto aziendale ospitante consente, infatti, di ottenere competenze manageriali strategiche, tattiche e operative senza dover ricorrere a un’assunzione o investire tempo e budget per la formazione di risorse interne.4. Condivisione delle conoscenzeUn temporary manager di Brainpull, grazie alla sua vasta esperienza e alle competenze consolidate negli anni, apporta un valore aggiunto, predisponendosi alla condivisione di conoscenze con i collaboratori interni e fornendo ai membri del team le competenze necessarie. Questo processo di trasferimento delle conoscenze rappresenta un investimento a lungo termine per le aziende, che possono così internalizzare rapidamente nuovo know-how e consolidare le capacità acquisite anche oltre la permanenza del manager temporaneo.5. Adattabilità alle esigenze aziendaliLe aziende affrontano spesso fluttuazioni nelle esigenze aziendali, come periodi di picchi di lavoro o attività non continuative da svolgere una tantum. L'assunzione di un temporary manager consente all'azienda di adattarsi dinamicamente alle variazioni del carico di lavoro e di mantenere l'adeguato assetto, senza dover sostenere costi fissi eccessivi. Allo stesso modo un fractional manager è impiegato per gestire progetti specifici, offrendo la possibilità di concentrare le risorse e l'attenzione su iniziative particolari, senza dover necessariamente allargare la propria struttura organizzativa.PARLA CON UN CONSULENTE E SCOPRI DI PIÙQuando affidarsi a un’agenzia di Temporary ManagementAffidarsi a un'agenzia di temporary management può rappresentare una soluzione vantaggiosa e strategica per le aziende che cercano una risposta rapida alle proprie sfide e che intendono accedere a professionisti con competenze manageriali altamente qualificati. Puoi ingaggiare un temporary manager se hai bisogno di:Sviluppare nuove competenze manageriali;Gestire tempestivamente una criticità aziendale;Accelerare e rendere più efficienti i processi organizzativi interni all'impresa;Internazionalizzare ed espandere il business fuori dai confini nazionali, con l’obiettivo di incrementare le vendite all’estero;Affrontare un passaggio generazionale in un’azienda familiare, così da garantire la continuità professionale all’interno del management;Affrontare un turnaround aziendale, dunque un risanamento o una ristrutturazione aziendale in stato di crisi;Avviare attività di coaching destinate a un manager permanente;Sviluppare nuovi prodotti o servizi e gestirne la fase promozionale;Sopperire a momentanei vuoti manageriali, derivanti dalla difficoltà di individuare il Senior Manager più adatto a ricoprire la posizione vacante;Supportare strategicamente operazioni straordinarie come l'acquisizione, la fusione o la cessione dell'intero complesso aziendale o di un suo ramo;Riorganizzare l’azienda in seguito a una fase di crescita o a una crisi di gestione;Affrontare con successo situazioni di stress finanziario;Riorganizzare le risorse umane in termini di spese, payroll, incarichi, tagli di posti di lavoro e acquisizione di nuove figure professionali.Quanto costa un Temporary Manager?Il costo di un temporary manager è giustificato dalla rapidità e dal grado di responsabilità con cui questi è in grado di intervenire, ed è espressione del valore aggiunto che porta all'organizzazione cliente.Generalmente, le tariffe giornaliere di un temporary manager di Brainpull partono da 400€/500€ al giorno.La cifra è determinata da diversi fattori, quali: il valore intrinseco dell'esperienza del manager e dei risultati pregressi raggiunti, il profilo manageriale e delle competenze, il tipo di responsabilità richieste, la complessità e il tipo del mandato, i giorni necessari a raggiungere il risultato prefissato.Che tu sia un imprenditore oppure possieda un’azienda o un’organizzazione, è essenziale considerare i benefici a lungo termine offerti dal servizio visti finora. Scrivici per comunicarci le tue esigenze ed entrare in contatto con i nostri temporary manager.COMPILA IL FORM DI CONTATTO

Ultime dal Brainpull

What's going on